Warung Bebas

Saturday, September 1, 2012

B.O.M.


B O M sono le iniziali di book about me (se clikk ate sulla foto si ingrandisce)ed è un progetto che di solito si fa nello scrap, ovvero un album che parli di me. In realtà io molto prima di fare scrap avevo l'abitudine di avere dei diari, che erano una sorta di diario di bordo della mia vita, dove, oltre a scrivere, c'erano tracce di tutto ciò che accadeva nella mia vita, scontrini, biglietti del cinema, steccoline di gelato, fotografie dediche, numeri di telefono, biglietto d'aereo, insomma un memorabilia lungo un anno, poi quando ho iniziato la tecnica delle tre pagine del mattino la scrittura è diventata un'abitudine quasi una droga e preferivo quadernetti come i moleskine o simili per poter scrivere ovunque, in qualunque momento volessi fermare sul foglio i miei pensieri, così pensai che sarebbe stato inutile tenere ancora un diario come avevo fatto sino ad allora visto che le cose che mi accadevano in un certo qual modo erano già registrati nei quadernetti, però non riuscivo a fare a meno di conservare le tracce delle cose, degli eventi che per me simboleggiavano un ricordo felice. Poi ebbi l'idea!!!! e comperai un quadernone spiralato di quelli cicciotti cicciotti con la copertina cartonata e lo battezzai diario della felicità, il senso di quel diario era di contenere solo ricordi di momenti felici una continua serie di istantanee di momenti gioiosi della mia vita l'ho iniziato una notte del 1999 e da allora mi ha accompagnato fedelmente custodendo foto ritagli articoli bustine del mio the preferito e targhette del vestito che adoravo, insomma se mi capitava di sentirmi giù bastava aprirlo per sentirmi subito più serena... ho tenuto quel diario fino all'agosto del 2004 fino al giorno in cui la mia adorata Francesca non mi ha lasciata... è strano scrivere su un blog di Francesca ma lei è parte di me; Francesca era mia sorella la mia ciori, una gemella più che una sorella, è morta per un linfoma di non hodgkin, nell'anno della sua malattia le consigliai di tenere un diario simile al mio, lei scelse un quadernetto cartonato con la spirale con una foto di anne geddes, e quel consiglio è stata la cosa migliore che abbia fatto, ma non per lei, ma per me, Francesca in quel quaderno ha messo tanto tanto di lei dei suoi pensieri delle sue passioni dei suoi progetti per il futuro mi ha lasciato un pezzo di se e non sono in grado di spiegare con semplici paole cosa significhi per me.
Però da quel quattro agosto, io non ho più scritto nel mio diario della felicità, di quale felicità dovevo scrivere? ne ho tenuto più i miei quadernetti, non avevo voglia di fermare ricordi e pensieri tanto disperati. Non ho fatto poi, tutto da sola, ho chiesto aiuto, e l'ho trovato, nel posto dove mi hanno aiutata mi hanno insegnato che era nella mia creatività la medicina per portare un pò di luce nel buco nero dove ero finita, cominciai di nuovo a leggere, a scrivere e soprattutto a disegnare....disegnare è per me un piacere immenso che ancora oggi mi concedo di rado, e dipingere non mi riusciva più era una cosa che avevo sempre fatto con francy perchè era la sua di passione, ma condividevamo tutto e sempre. Tornata da quel posto non avevo ancora abbastanza forza per affrontare il mondo e me ne stetti al sicuro della mia casetta separata dal mondo che cominciai a vivere attraverso internet, e attraverso internet scoprii lo scrap e con lo scrap un universo di ragazze che inconsapevolmente mi ha ritrascinato nel mondo anche quello vero... questo accadeva due anni fa ora il percorso che ho fatto si è aricchito tantissimo è il mondo dell'hobbistica mi ha regalato una dimensione dove ho ricominciato a sorridere , persino a dipingere grazie al country painting... e a scrivere prima di nuovo i quadernetti poi addirittura un diario on line, così ho pensato che un nuovo diario di bordo mi sarebbe piaciuto, non più un diario della felicità, ecco questo è piuttosto un diario di percorso un B O M non scrapposo a(anche se all'interno qualche pagina scrappata ci sarà comunque) che parla della strada che sto facendo e delle cose delle persone che incontro per strada dove però mettere anche foto e bigleitti lettere come una traccia costante delle mie esperienze di ogni giorno. Ovviamente la copertina come vedete non poteva che essere scrappata.
Non avei mai creduto che avrei un giorno parlato al mondo di una cosa così personale invece voglio che conosciate Francesca e che splendida persona era, attraverso me, che sono quel che sono, anche grazie a lei.

0 comments em “B.O.M.”

Post a Comment

 

Losing a Part of Me Copyright © 2012 Fast Loading -- Powered by Blogger